x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
ENG
Blog
Rapporto Censis: i social media rivelano i miti di oggi
10/10/2017
La scorsa settimana è stato presentato ufficialmente il 14° Rapporto Censis sulla comunicazione che analizza la relazione tra italiani e mezzi di comunicazione. I media e il nuovo immaginario collettivo è il tema del 14° Rapporto Censis: dai primi risultati emerge, infatti, che gli italiani stanno cambiando il loro modo di rapportarsi con il digitale e con le nuove tecnologie. 
 

Ieri la tv, oggi il web: blogger, influencer e youtuber sono i nuovi riferimenti

Il 14° Rapporto Censis sulla comunicazione evidenzia come oggi i social media sono diventati la base per la costruzione dell’immaginario collettivo.
Se prima era la TV il mezzo che creava miti e simboli, oggi sono Facebook, Instagram e YouTube ad esercitare questa funzione con una percentuale piuttosto alta, il 27,1% della popolazione complessiva, che arriva al 34% tra i 30-44enni. 
Rapporto Censis: i social media rivelano i miti di oggi

Social network e piattaforme online indispensabili nella nostra vita quotidiana

Il 14° Rapporto Censis sulla comunicazione rileva quali sono i social e le piattaforme maggiormente in uso tra gli italiani:
  1. WhatsApp, la piattaforma di messaggistica istantanea, si colloca al primo posto con il 65,7%;
  2. Facebook segue al secondo posto con il 56,2%;
  3. YouTube è impiegato dal 49,6% degli italiani con un altissimo picco di pubblico giovane (75,9%);
  4. Google+ viene consultato dal 26,8% di utenti;
  5. Amazon è utilizzato dal 26,7% di popolazione complessiva;
  6. Instagram è usato “solo” dal 21% totale, ma con un incremento tra i giovani (48,6%).
Rapporto Censis: i social media rivelano i miti di oggi

La frattura generazionale: giovani e anziani sempre più lontani

Le distanze tra i consumi mediatici giovanili e quelli degli anziani continuano ad essere rilevantissime. Infatti, la quota di utenti della rete arriva al 90,5% tra i 14-29enni, mentre è ferma al 38,3% tra i 65-80enni. Si nota però anche il caso opposto, quello dei quotidiani, per i quali l’utenza giovanile (il 23,6%) è ampiamente inferiore a quella degli ultra sessantacinquenni (il 50,8%).
Fenomeni da monitorare che stanno cambiando il modo di comunicare ed informarsi anche dal punto di vista sociale. 
 
Rapporto Censis: i social media rivelano i miti di oggi
 
Postato da: Martina Romeo
Precedente
Prossima
Vieni a trovarci qui
address
Ogni domanda ha la sua risposta
mail
Raccontaci la tua storia
callme
Terzomillennium è un marchio Future Smart Srl
Privacy Policy - P.IVA/C.F.: 04218180232