x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
ENG
Blog
Influencer e pubblicità sui social. Limiti in arrivo?
11/07/2017
Dopo le denunce da parte dell’Antitrust e dell’Agcom, e sollecitazioni da parte dell’Unione Nazionale Consumatori, sembra arrivato il momento che l’Italia ponga dei limiti all’uso dei social network, da parte degli influencer per pubblicizzare ogni sorta di prodotto.

Ma andiamo per ordine: chi sono gli influencer?

Un influencer è una persona con un seguito di pubblico più o meno ampio, che riesce a condizionare opinioni e comportamenti d’acquisto di un gruppo di consumatori. Questo accade per la sua credibilità, che deriva dal fatto che sia considerato un esperto in un settore, oppure che sia percepito come neutrale nelle sue scelte.
Il “consiglio”, non sempre disinteressato, che un influencer dispensa ai suoi follower, è molto efficace perché viene percepito come il suggerimento di un amico che ha già provato un determinato prodotto, viaggio, esperienza e ce lo consiglia in virtù della sua conoscenza personale.





Questa “autorevolezza” diventa dannosa per il pubblico nel momento in cui non è chiaro che il soggetto in questione stia partecipando ad una operazione commerciale, e possa quindi trarre in inganno seguaci giovani, inesperti o più sprovveduti che non si rendono conto di trovarsi di fronte ad una pubblicità vera e propria.

Lo scopo dell’intervento richiesto è quindi quello di regolamentare l’obbligo di rendere esplicita la connessione finanziaria fra influencer e azienda, così come già succede nei Paesi Anglosassoni.

Non parliamo ancora di legge, ma qualcosa sta cambiando nel mondo dei social network, come possiamo notare anche dal profilo di Chiara Ferragni, web star italiana, che da un po’ di tempo a questa parte, accanto ai post in cui pubblicizza un prodotto inserisce l’hashtag #AD. Il suo è un profilo di portata internazionale che quindi ha dovuto adattarsi per non incorrere in sanzioni da parte del governo americano.

Qualcosa, prima o poi, cambierà anche per i VIP nostrani? Chissà…



Postato da: Anna Laura Bianchi
Precedente
Prossima
Vieni a trovarci qui
address
Ogni domanda ha la sua risposta
mail
Raccontaci la tua storia
callme
Terzomillennium è un marchio Future Smart Srl
Privacy Policy - P.IVA/C.F.: 04218180232