x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
ENG
Blog
No alla violenza sulle donne: i brand ci mettono la faccia
25/11/2016

Femminicidio, un termine che esiste nella lingua italiana solo dal 2001 e che include qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne con lo scopo di annientarne l’identità, fino alla morte. Sono 116 le donne uccise in Italia nei primi 10 mesi del 2016 e nel 75,9% dei casi la famiglia si conferma il principale contesto del tragico fenomeno. Oggi si celebra la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1999. Il triste bilancio degli ultimi 10 anni testimonia che in Italia sono più di 1.740 le donne che hanno perso la vita, una cifra che negli anni è andata diminuendo.  

Negli anni, sono state molte le campagne di sensibilizzazione portate avanti dalle istituzioni e sostenute da aziende che credono fermamente nella loro filosofia aziendale fatta di valori veri, una mission che le porta a mettersi in prima linea e a schierarsi apertamente a sostegno di tali iniziative. L'informazione ha il potere di influenzare l’opinione pubblica e per le realtà aziendali è molto importante impegnarsi in una comunicazione incisiva per trasmettere in maniera unitaria un messaggio. In tale direzione, molti brand in questi giorni stanno testimoniando il loro NO alla violenza sulle donne. Di seguito 2 esempi che abbiamo selezionato per voi.




Il pastificio RUMMO aderisce alla campagna di lotta alla violenza sulle donne e crea appositamente un pacco di pasta con l'hastag #lunicopacchero. 




Il marchio COOP dà vita alla campagna solidale “Noi ci spendiamo, e tu?”, a supporto delle realtà che sostengono le vittime di soprusi e maltrattamenti.


Postato da: Martina Romeo
Precedente
Prossima

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter.

Inviando questo Form accetti le condizioni della privacy pubblicate su questo link
Vieni a trovarci qui
address
Ogni domanda ha la sua risposta
mail
Raccontaci la tua storia
callme
Terzomillennium è un marchio Future Smart Srl
Privacy Policy - P.IVA/C.F.: 04218180232