x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
ENG
Blog
Facebook Reactions, arrivano 5 sfumature emozionali
26/02/2016

Sempre più spesso utilizziamo semplici emoticon per rispondere ai messaggi o per commentare qualcosa. In linea con le tendenze di mercato, Facebook cambia lingua e lancia ufficialmente Reactions, cinque nuove icone che affiancheranno il "mi piace", il pollice all’insù che ha finito per identificare il più grande social network del mondo.
"Abbiamo notato che gli utenti sarebbero stati contenti di avere nuovi modi per esprimere i propri sentimenti", spiega Sammi Krug, Product Manager di Reactions. "Volevamo dare a tutti la possibilità di reagire a un post in maniera più complessa".

La fase analitica è durata oltre un anno, considerando inizialmente 15 icone e sottoponendole in via sperimentale in 7 Paesi, molto diversi tra loro per cultura e sensibilità. I candidati europei prescelti sono stati Irlanda e Spagna che potevano utilizzare le Reactions solo in particolari situazioni di accesso, ovvero tramite app e non via web.
Chris Cox, CPO di Facebook e ideatore delle Reactions ha dichiarato che il test più importante ed inaspettato si è verificato durante gli attentati di Parigi del novembre scorso. Nei Paesi in cui Facebook Reactions era già disponibile, gli utenti hanno interagito nei post e commenti utilizzando proprio le nuove icone, alternative più empatiche e coinvolgenti rispetto al semplice like. Oggi, le Reactions sono ufficialmente disponibili in tutto il mondo, sia per la versione desktop che per le applicazioni per smartphone e tablet.

Ecco le sei Facebook Reactions ufficiali:
  • Like: il "mi piace" è stato ridisegnato e probabilmente, con l'introduzione delle nuove icone, sarà più inflazionato rispetto al passato.
  • Love: l'emoji animata più gettonata e richiesta dal pubblico. Il cuore pulsante affascinerà gli utenti.
  • Ahah: la Reaction per sorridere di una notizia, era Haha nella versione originale.   
  • Wow: l’emoticon riservata allo stupore. Ha inglobato l'icona Yay.
  • Sigh: esprime tristezza quest'etichetta malinconica, che in origine era Sad.
  • Grrr: l’icona della rabbia, che in lingua originale era Angry.
Gli utenti non avranno l'icona "non mi piace", funzione richiesta dalla community ma da tempo scartata dal social network di Mark Zuckerberg per evitare l'incremento di discussioni e negatività . Infatti, l'introduzione del pollice verso limiterebbe le interazioni per paura del giudizio, senza considerare i possibili disastri di immagine con i post pubblicitari delle aziende, per le quali non a caso continuerà ad esistere soltanto il bottone "like".

Ovviamente, tutti questi dati relativi allo stato d’animo degli utenti sono informazioni ghiotte per le aziende e Facebook le utilizzerà per affinare la vendita di spazi pubblicitari. Inoltre, nelle statistiche delle pagine del social network, gli amministratori avranno una panoramica completa di tutte le reazioni suscitate dal contenuto condiviso e un riepilogo delle Reactions ricevute.

Scopri subito il mondo delle Facebook Reactions attraverso questo video:

Meet the new Reactions.

Pubblicato da Mark Zuckerberg su Giovedì 8 ottobre 2015



Postato da: Martina Romeo
Precedente
Prossima
Vieni a trovarci qui
address
Ogni domanda ha la sua risposta
mail
Raccontaci la tua storia
callme
Terzomillennium è un marchio Future Smart Srl
Privacy Policy - P.IVA/C.F.: 04218180232