x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
ENG
Blog
L’INTUIZIONE COME BUSSOLA PER COSTRUIRE IL BRAND
09/12/2015


Inizio anch’io a fare un recap sul 2015 con una triste considerazione: la mia “relazione” con l’apple watch non ha funzionato! Speriamo nel prossimo modello. :)

Questo epic fail mi ha fatto pensare a tutte le nostre aspettative in merito alle strategie di brand building tanto osannate all’inizio di questo 2015 e di sicuro una certezza ce l’ho. Per costruire delle strategie di successo è importante comprendere e soddisfare l’intuizione del nostro consumatore. Che cosa significa?

USER EXPERIENCE


Il mio dito su mobile si sta pian piano sostituendo agli acquisti dal pc, per quale motivo? Perché quando sto “sfogliando” il mio mobile e vedo qualcosa che mi piace faccio molta fatica a non cadere in tentazione e…acquistare!!!

Quest’anno siamo stati dotati di moltissime emoticons in più, non solo su whatsapp, e ormai la faccina con gli occhi spalancati o che piange dal ridere non potrà mai essere sostituita da nessun’altro vocabolo, a volte ci compaiono persino nella nostra mente per esprimere quello che stiamo pensando!

I modelli di sharing economy come uber o airBnB fanno appello a miei valori personali, che ormai condivido anche sui social media. E nonostante quest’anno non sia riuscita a correre neanche una maratona (ma ho comunque corso molto :) ) i miei amici mi hanno tenuta aggiornata attraverso diverse app come Nike Plus running.

La rivoluzione del “blocco degli online ad”, insieme agli unsubscribe di tutte le newsletter a cui non mi sono mai iscritta, mi hanno fatto pensare perché ci siano ancora persone che impostano campagne online senza targhetizzare al meglio i loro consumatori perdendo così risorse economiche e credibilità.

CONTENT

Improvvisamente nel 2015 tutto il mondo sembra aver scoperto che cos’è il Content, ma perché prima di quest’anno non c’era? Certo che c’era, ma adesso abbiamo sempre più la possibilità di scegliercelo. E anche Netflix approdato in Italia (finally!) ce lo dimostra.

Non ho ancora capito se sia un bene o un male, soprattutto quando ho trovato mio cugino di 11 anni che guardava su youtube dei tutorial dove insegnavano ai bambini ad usare un fucile giocattolo. Gli ho vivamente consigliato di passare agli highlights di juventus-barcelona commentati da Piccinini, fortunatamente mi ha ascoltata!

NEXT YEAR

In conclusione, quando si tratta di calcolare il nostro ROI, seguire l’intuizione del nostro consumatore ci può sicuramente aiutare a raggiungere il successo attraverso strategie vincenti.

Ed ora ci aspetta un nuovo anno di tecnologia digitale ed innovazione.
Good luck!



Postato da: Elisa Andreatta
Precedente
Prossima

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter.

Inviando questo Form accetti le condizioni della privacy pubblicate su questo link
Vieni a trovarci qui
address
Ogni domanda ha la sua risposta
mail
Raccontaci la tua storia
callme
Terzomillennium è un marchio Future Smart Srl
Privacy Policy - P.IVA/C.F.: 04218180232